Chi sono e di cosa mi occupo

    .
      Dott.ssa Serena Sorrentino
 
Psicologa Psicoterapeuta
Analista Transazionale
 
 
FORMAZIONE
Sono nata a Roma il 01/10/1973
Mi sono laureata in Psicologia nel 2000 presso L’Università Pontificia Salesiana di Roma.
Sono Iscritta all’Ordine degli Psicologi della Regione Lazio, con Protocollo N. 11148.
Ho conseguito la Specializzazione in Psicoterapia e in Analisi Transazionale presso la Scuola Superiore di Specializzazione In Psicoterapia e Psicologia Clinica del Prof. Pio Scilligo.
Sono Iscritta alla Lista degli Psicoterapeuti del Lazio con provvedimento del 02/04/2007.
 
 
ALTRE ESPERIENZE FORMATIVE

(2007) Seminario: L’effetto Lucifero. Come persone buone possono diventare cattive. Prof. P. Zimbardo. C.N.R.

(2006) Seminario: Modelli di mediazione familiare. Prof. G. Ruggiero. Istituto di Medicina e Psicologia Sistemica.

(2006) Seminario: Stile di Attaccamento Disorganizzato e Psicopatologia. Prof. G. Liotti.

(2006) Seminario: La Terapia Ricostruttiva Interpersonale. Prof.ssa. in Psicologia e Psichiatra L. S. Benjamin (Usa).

(2005) Seminario: La T.R.I. e il Disturbo Passivo-Aggressivo, Prof.ssa L.S. Benjamin.

(2005) Workshop: Analisi transazionale – Le Ingiunzioni. Prof J. Mc Neel. Scuola di Palo Alto

(2004) Workshop: Tecniche ed interventi sui casi difficili attraverso la T.R.I. Prof.ssa L. S. Benjamin

(2003)Workshop: Metodo della Narrazione. Prof. O. Goncalves. Università di Minho (Portogallo)

(2003) Seminario: Stress post-traumatico: modelli evolutivi, cognitivi, psicodinamici. Società Italiana Gestalt.

(2001) Seminario: Il panico e i suoi confini. Dott. M. Pupura. Ospedale Nuovo Regina Margherita.

(1998 ) Tirocinio: Interventi Psicopedagogici. Prof. Macario

(1998 ) Tirocinio: Orientamento Educativo. Prof. Macario-Prof. Polacek

(1998 ) Seminario: Metodologia della Prevenzione. Prof. Macario

(1998 ) Seminario: Psicologia dell’Educazione. Prof. Macario

(1997) Seminario: Psicologia della Personalità. Dott. A. Arto

(1997) Seminario: Psicopatologia dell’Infanzia e dell’Adolescenza. Dott.ssa M. de Luca

(1997) Tirocinio: Tecniche Psicodiagnostiche Proiettive. Dott. L. Castellazzi.

(1996) Tirocinio: Tecniche Psicodiagnostiche Strutturate. Prof. Polacek

(1995) Seminario: Relazioni Umane e dinamica di gruppo. Dott. P. Scilligo

(1995) Seminario: Metodologia Pedagogica. Prof. Macario

 
ASSOCIAZIONI
Sono Socia SIAT (Società Italiana di Analisi Transazionale), EATA (European Association for Transactional Analysis), IRPIR (Istituto di Ricerca dei Processi Intrapsichici e Relazionali).
 
ESPERIENZE PROFESSIONALI

dal 2005   Psicoterapeuta c/o studio medico-psichiatrico polispecialistico

2005 -2006  Psicologa c/o Associazione Onlus La voce della Luna – Trattamento minori con problemi di Autismo Infantile

2004-2005   Psicologa scolastica. Sportello C.I.C. per conto della ASL RME c/o Istituti Tecnici

2004-2005   Psicologa c/o TANGRAM Centro di Riabilitazione per Disabili fisici e psichiatrici

2004-2007   Psicologa c/o CEPI Centro di Prevenzione ed Intervento Psicologico

2004-2005  Psicologa scolastica. Progetto di Orientamento c/o Scuola Media Duca d’Aosta

2003-2004  Psicologa scolastica. Progetto di Educazione all’alimentazione sana c/o Istituto Segni

2001-2002  Psicologa c/o ISPEF Centro Ricerche sull’ Educazione e sulla Formazione

2000-2001  Psicologa c/o DON BOSCO Centro di Accoglienza per minori a rischio

  

DI COSA MI OCCUPO
Mi occupo di consulenza psicologica, psicoterapia e formazione. Durante un primo incontro informativo valuto insieme al cliente quale sia il percorso più indicato:
·Sostegno e Consulenza psicologica (individuale, di coppia, familiare)
· Psicoterapia
· Seminari di informazione e formazione (incontri di gruppo)
· Corsi esperienziali e di crescita personale (incontri di gruppo)
· Laboratori psico-educativi per l’infanzia
 
ALTRE INIZIATIVE
1- TRAINING DI COMUNICAZIONE EFFICACE *
Analisi degli stili transazionali e acquisizione delle  competenze comunicative di base. Incontri di gruppo a modalità didattica-esperienziale.
2- GIORNATE INFORMATIVE SUI DISTURBI D’ANSIA*
Panoramica dei sintomi, esempi di casi clinici, spiegazione biologica e psicologica dell’ansia, metodi di trattamento e tecniche di auto-aiuto, bibliografia. Metodologia teorico-pratica.
3- LABORATORIO DI EDUCAZIONE SOCIO-AFFETTIVA *
Incontri di gruppo per bambini dagli 8 ai 12 anni basati sull’Educazione Razionale Emotiva: espressione, elaborazione e gestione razionale delle esperienze emotive, individuali ed interpersonali. Prevenzione del disagio infantile e intervento sui problemi del comportamento.
4- ITINERARIO ADOLESCENZA
Interventi di sostegno per l’adolescente e la famiglia: incontri di consulenza, di informazione e formazione.
 
AMBITI DI INTERVENTO
Disturbi d’Ansia (es. ansia, panico, fobie, ossessioni, compulsioni, stress post-traumatico … ), Disturbi dell’Umore (es. depressione, euforia … ), Disturbi del Comportamento Alimentare ( es. anoressia, bulimia … ), Disturbi di Personalità (dipendente, evitante, ossessivo-compulsivo, antisociale, borderline, istrionico, narcisistico, paranoide, schizoide, schizotipico ..), Difficoltà di Relazione (sociale, di coppia, familiare …), Difficoltà legate alle fasi della Crescita (es. adolescenza, gravidanza, menopausa, pensionamento, lutto, perdite …).
  
IL MIO APPROCCIO  TEORICO-METODOLOGICO
Durante un primo incontro informativo (gratuito) valuto e concordo con il cliente il percorso a lui più indicato.
Nel mio lavoro ho un Approccio teorico-metodologico Integrato (Cognitivo-Comportamentale, Psicodinamico, Esperienziale, Interpersonale). Questo mi consente di elaborare un piano di lavoro personalizzato e adeguato al tipo di paziente, al tipo di problema o disturbo, al tipo di richiesta o obiettivo concordato, alla fase specifica del lavoro.
L’Analisi Transazionale è l’approccio da cui traggo alcuni degli assunti filosofici e dei principi di base dell’alleanza terapeutica, quali per esempio:
  La Persona, in quanto tale, è dotata di Valore e Dignità e merita Accettazione e Rispetto. Ciò che può essere opinabile è il Comportamento. 

  Ognuno è Capace di Pensare e quindi decide cosa fare della propria vita. E’ Responsabile delle sue Decisioni  e delle Conseguenze di queste ultime. Se con alcune decisioni ottiene risultati negativi ha il Potere di Cambiarle.

  Il rapporto Terapeuta-Cliente è fondato su un Contratto di Collaborazione verso un Obiettivo Comune. Esistono Competenze e  Responsabilità specifiche: il cliente è l’unico che ha la Responsabilità e il Potere di Agire concretamente il Cambiamento, il terapeuta ha la Responsabilità di usare al meglio le sue Competenze Specialistiche e le sue Doti Umane per  Stimolarlo e Sostenerlo.

 

GLI OBIETTIVI TERAPEUTICI
Obiettivo finale è il recupero del benessere e dell’autonomia del cliente. Questo si realizza attraverso alcuni passi intermedi:
        Esplorare il Significato profondo del malessere
        Individuare i Meccanismi Personali che lo  mantengono
        Prendere Consapevolezza dei Bisogni Autentici
        Formulare Obiettivi sani e realistici
        Potenziare Strumenti e risorse personali
        Prendere nuove Decisioni
        Agire concretamente i Cambiamenti
 
COME CONTATTARMI
Per avere chiarimenti, ricevere il programma dei miei corsi o prendere un primo appuntamento informativo è possibile scrivere al seguente indirizzo di posta elettronica: serena.sorrentino@tiscali.it  (inviandomi richiesta e dati generali: nome, cognome, numero di telefono)
oppure chiamare direttamente al  333 233 76 42.
  
QUANDO CHIEDERE AIUTO
In alcuni momenti critici della vita (fasi della crescita, cambiamenti, perdite, problemi etc.) mantenere uno stato di serenità e di benessere risulta difficoltoso.  Ci si sente confusi, impotenti, spaventati, soli, bloccati in una situazione che apparentemente sembra senza uscita. Altre volte il malessere è invece qualcosa che ci portiamo dietro da molto tempo. Ci rassegniamo ad esso quasi facesse parte integrante di noi e della nostra esistenza.
La sofferenza è un segnale di allarme importante, ci testimonia che stiamo trascurando qualche bisogno fondamentale. Se non la usiamo come stimolo per cambiare le cose, la sofferenza diventa patologia.
E’ sconsigliabile trascurare e minimizzare il malessere che avvertiamo. Affrontare i problemi prima che si aggravino consente di trovare sollievo in tempi più brevi, prima che le conseguenze (e le conseguenze delle stesse), abbiano reso tutto più complesso.
Impegnarsi per  sé stessi, per vivere pienamente la propria esistenza è una scelta, l’alternativa a quella di rimanere passivi, dipendenti, rassegnati, arrabbiati verso ciò che è esterno a noi; è l’azione, l’unica, che può condurre all’autorealizzazione.
Accrescere la consapevolezza dei processi che mettiamo in atto nel relazionarci con noi stessi, con gli altri e con i nostri obiettivi di vita e agire scelte e decisioni più coerenti con le nostre emozioni e con i nostri bisogni più autentici è la strada per concretizzare il nostro benessere

 

 

Si autorizza ai sensi della legge n. 675/96 l’utilizzo dei dati personali

 

 

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: